La Basilicata è una regione che vanta tradizioni agricole antiche che fondano le proprie radici nella dinamica e lungimirante economia terriera, ancora oggi più che mai protesa verso la valorizzazione delle sue risorse ambientali, agricole e naturalistiche. La bassa densità di popolazione, la quasi assenza di elementi di perturbazione ambientale, ne fanno storicamente un polmone verde da conservare e difendere. In questo contesto la Società Agraria Bgreen – nata dal progetto di fusione e revamping dell’Azienda Agraria Grani Cavalli e dell’Azienda Agraria S. Angelo – opera nel territorio di Ferrandina (a pochi chilometri dalla città di Matera – Patimonio UNESCO).

Le sue tenute sono caratterizzate da produzioni monovarietali controllate direttamente in ogni singolo momento produttivo, dalla semina di pregiati frumenti (grano “Senatore Cappelli” e Saragolla), alla coltivazione dell’olivo “Majatico” (tutte varietà vegetali sottoposte a tutela). Questi prodotti identificano e caratterizzano l’azienda sul mercato delle produzioni destinate alle fasce medio-alte del mercato agro-alimentare che, supportati da innovativi criteri di conduzione diretta e lungimiranza imprenditoriale, contribuiscono a fare della Bgreen azienda leader e anticipatrice nell’innovazione.

Promuovendo approcci steineriani alle coltivazioni e concetti di eco-cultura in cui il lavoro si fa valore, l’Azienda Bgreen diffonde un nuovo modello di agricoltura in un’ottica di nuovo ruralismo, nel senso di immaginare e ripensare il rapporto che esiste tra le persone e il territorio naturale, con le sue attività, i suoi ritmi, la sua estetica e i cambiamenti a cui esso è sottoposto. In questo senso per rendere più evidente l’impegno in questi ambiti, l’azienda in un contesto di Responsabilità Sociale dell’Impresa, ha dato vita alla Fondazione SoutHeritage, per fondere nella sua missione imprenditoriale, i principi dell’ottimo produttivo con quelli della cultura contemporanea e della promozione del territorio in cui essa opera. Con la creazione di questo braccio filantropico, la Bgreen ha visto nell’arte e nella cultura contemporanea, un nuovo modo di fare impresa, un nuovo modo di comunicare, che tiene in considerazione quanto di utile può essere fatto in ambito sociale e culturale, andando al di là dei limiti aziendali e imprenditoriali stabiliti dalle normative vigenti, introducendo in azienda la complessità del pensiero contemporaneo per migliorare la qualità dell’organizzazione e rendere l’azienda organismo sociale e non solo produttrice di plusvalore economico.

www.bgreen.it